Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Tabelle nutrizionali olio di canapa

La forma delle foglie potrebbe trarre in inganno, in realtà di stupefacente, c'è solo l'estensione del terreno a qualche km da Palata. Oltre venti ettari destinati alla coltivazione di canapa industriale, centinaia di migliaia di piante che verranno utilizzate nel settore alimentare e dell'edilizia. Rosario Scotto, presidente dell'associazione Sativa Molise, ha spiegato le caratteristiche della mega piantagione riconosciuta e autorizzata secondo la normativa del settore: Si tratta di una varietà che non contiene sostanze psicoattive ma consentita dall'Unione Europea. Alla base del singolare progetto, nato nel 2013, ci sono ragioni economiche e di sostenibilità ambientale anche in considerazione del valore nutrizionale del seme di canapa. Tre le varietà di piante coltivate nei campi di Palata e alte fino a due metri, ci sono quelle predisposte al seme, quindi olio e farine alimentari di vario tipo, oppure alla fibra e al canapulo da utilizzare nel settore dell'edilizia. Un'iniziativa che può sorprendere anche per l'estensione dei campi coltivati a canapa ma lo stesso presidente dell'associazione ha ricordato che in passato molti anziani facevano la stessa cosa. In cantiere ci sono nuovi progetti legati a questa filosofia imprenditoriale.

Di Fabrizio Occhionero

Fonte: Il Giornale del Molise

Pubblicato in Rassegna Stampa

Il video realizzato da TG Molise, sull'associazione Sativa Molise e sulla coltivazione della canapa.

Pubblicato in Rassegna Stampa

PALATA. Il countdown nella home page del sito web ufficiale segna 67 giorni alla trebbiatura e così, in Basso Molise si potrà avere il primo raccolto di canapa interamente coltivato a Palata in ben 22 ettari di terreno.

È questa l’idea rivoluzionaria di un imprenditore di Palata che da qualche settimana ha avviato una vera e propriacoltivazione industriale di canapa della quale ha raccolto interesse una notevole quantità di media nazionali e internazionali.

A intraprendere questo percorso è l’associazione Sativa Molise, un’associazione di promozione sociale apartitica, apolitica e aconfessionale, indipendente e che non persegue finalità di lucro. I principi ispiratori sono quelli di equità e di sostenibilità economica, sociale ed ambientale che crede “fortemente che il rispetto e la tutela dell’ambiente naturale debbano essere, oggi più che mai, una priorità nella vita di tutti noi”.

Dal proprio sito web (sativamolise.com) scrivono: “Pensiamo che l’utilizzo consapevole delle risorse naturali rinnovabili in sostituzione di quelle non rinnovabili siano fondamentali per assicurare un futuro al nostro pianeta. La Cannabis Sativa, comunemente detta canapa, si configura come una coltura strategica a tal proposito. Infatti tra tutte è quella che può fornirci prodotti agricoli ad altissimo valore ambientale e nutrizionale”; e così, a loro avviso, il tutto può essere “uno strumento vincente nel perseguire le nuove direttive comunitarie in materia di ambiente, agricoltura, salvaguardia del territorio, energie rinnovabili e  bioedilizia per citarne alcune”.

L’associazione promuove la canapa come risorsa ecologica nel settore dell’agricoltura, dell’energia, della bioedilizia, del tessile, della carta e di ogni altro possibile settore di applicazione cercando di scardinare i pregiudizi socio-culturali che si oppongono alla sua reale e massiva reintroduzione nel contesto Italiano.

“Siamo fortemente convinti – dichiarano – che la reintroduzione della canapa dipenda in parte dalla volontà politica e che in assenza di una filiera ben strutturata questa resterà solo una coltura marginale praticata da pochi appassionati sognatori. Per questo motivo ci facciamo promotori della creazione di una filiera che sia in grado di garantire il giusto riconoscimento economico ad agricoltori ed attori di filiera proteggendoli da vecchie logiche monopoliste e di sfruttamento che sono attualmente in atto su questa e tante altre nobili filiere agro-alimentari. Solo l’unione e la collaborazione possono rendere tutto ciò reale. Ci poniamo come punto di incontro, di aggregazione e di coordinamento di tutti coloro vogliano cimentarsi in questa sfida,che condividono questa visione e che vedono in tale coltura una grandiosa opportunità contro la crisi economica, sociale e morale che ci attanaglia”.

Nell’attuale annata agraria l’associazione ha seminato 22 ettari di canapa in Molise e Abruzzo nei comuni di Palata, Vasto, Montenero di Bisaccia, coinvolgendo cinque aziende che con grande spirito imprenditoriale e collaborativo hanno voluto da subito aderire ad un progetto ambizioso e non privo di rischi. “Tutti i nostri partner attuali – scrivono al proprio sito – sono aziende molisane di trasformazione agro-alimentare. Oleifici, mulini, forni, biscottifici, tarallifici e pastificitutti caratterizzati da una dimensione artigianale e da produzioni di qualità si sono messi in gioco e hanno condiviso conoscenze ed esperienze preziosissime”.

Fonte: www.termoliweb.it/155971/nuova-frontiera-per-lagricoltura-industriale-in-molise-si-coltiva-canapa

Pubblicato in Rassegna Stampa











Resta in contatto

  • SATIVA MOLISE
    DOVE SIAMO

    Contrada Colle Lepre snc
    86037 Palata (CB)

    RECAPITI
    + 39 320 3248895

    Lunedì - Venerdì:
    08:30AM – 18:30PM

    Sabato:
    08:30AM – 12:30PM

  • LA CANAPERIA ITALIANA
    CONTATTI